mercoledì 29 ottobre 2014

Tensione fra Turchia e Cipro. La Russia manda la flotta e...anche la Grecia manda un sommergibile e una fregata

 la nave turca Barbaros, (mai nome fu più azzeccato per i greci-ciprioti) che raccoglie dati utili per le ricerche di idrocarburi, è entrata da giorni nella zona economica esclusiva (Zee) al largo della costa meridionale di Cipro ed è destinata a rimanere nell’area fino al 30 dicembre.

 Ankara infatti non riconosce alcuna sovranità di Nicosia su questa parte di mare.

Il portavoce del governo di Nicosia ha precisato che la nave turca, scortata da due navi appoggio, è entrata nell'area dove dai primi settembre la nave-piattaforma Saipem 10000 del consorzio italo-coreano Eni-Kogas sta effettuando rilevazioni nei giacimenti sottomarini di idrocarburi dove il governo cipriota spera di trovare vasti giacimenti di gas e petrolio. A questo punto la presenza della nostra marina militare, in accordo con il Governo di Nicosia, sarebbe opportuno a difesa dei nostri interessi nazionali. Nella zona è coinvolta anche la francese Total che ha ottenuto una concessione per le ricerche di idrocarburi


Mosca sembra interessata a riguadagnare prestigio e influenza nell’area - dopo che Nicosia si è rivolta a Bruxelles e al Fondo monetario internazionale per avere gli aiuti anti-crisi - mostrando interesse a sostenere la posizione di Anastasiades a fronte della provocazione turca.
 

lunedì 27 ottobre 2014

28 ottobre 2014 -HISTORIA MAGISTRA VITAE?... Il 28 ottobre 1940 e’ bastato il No di un dittatore fascista ad un altro dittatore fascista...

nella foto in basso... l'attuale PRIMO MINISTRO SAMARAS


Sembra proprio di no!

Il 28 ottobre 1940 e’ bastato il No di un dittatore fascista ad un altro dittatore fascista per sollevare un intero popolo contro l’attacco italiano alla Grecia.
Purtroppo i fatti recenti sia europei che mondiali dimostrano che la storia non insegna quasi niente:sbagliare e’ umano, persistere e’ diabolico!(errare umanun est perseverare est diabolicum).
Viale Patision di Atene poco conosciuto come Via 28 ottobre ricorda il famoso NO del dittatore Metaxa al dittatore Mussolini.
Hitler e Mussolini non ci sono piu’, ma Italia e Grecia sono oggi colonie di una Comunita’ Europea che solo Comunita’ non e’!La Grecia ,anche se sconfisse le truppe italiane non resistette a quelle tedesche.Oggi la Germania ha nuovamente occupato le nostre Nazioni,semplicemente applicando le sue sofisticate politiche socio economiche tramite austerita’ e pareggio di bilanci che ci portano al soffocamento sociale.
Questo 28 ottobre 2014 potrebbe invece ridiventare non solo un momento di ricordo ma un occasione di riflessione e di confonto tra il popolo greco e quello italiano per una riscossa comune contro la nuova invasione delle nazioni del sud Europa ,che oggi non usa truppe militari ma governi collaborazionisti che eseguono sistematicamente ordini di un potere economico che, trovando popolazioni inermi e moralmente stressate non riescono piu’ neanche a pronunciare …un NO!
Angelo Saracini

http://hellenicleaders.com/blog/countdown-oxi-day-10-iconic-images-greece-wwii/#.VE6pjVyOYdV

Translate google

Δεν φαίνεται!
Στις 28 Οκτωβρίου 1940, «η Όχι αρκετό ενός φασίστα δικτάτορα με έναν άλλο φασίστα δικτάτορα να άρει έναν ολόκληρο λαό ενάντια στην ιταλική επίθεση στην Ελλάδα.
Δυστυχώς, τα πρόσφατα γεγονότα δείχνουν ότι τόσο η ευρωπαϊκή και παγκόσμια ιστορία δεν διδάσκει σχεδόν τίποτα, λάθος και «ανθρώπινη επιμονή και« κακό! (Err umanun ανατολικά επιμείνουμε ανατολικά diabolicum).
Λεωφόρος Πατησίων στην Αθήνα λίγο γνωστή ως Via 28 του Οκτώβρη τιμά την περίφημη δικτάτορα Μεταξά ΟΧΙ στο δικτάτορα Μουσολίνι.
Χίτλερ και του Μουσολίνι, δεν υπάρχουν πλέον », αλλά η Ιταλία και η Ελλάδα είναι τώρα αποικίες της Κοινότητας» που μόνο Ευρωπαϊκή Κοινότητα 'και όχι'! Ελλάδα, αν και νίκησε ιταλικά στρατεύματα δεν θα μπορούσε να αντισταθεί σε όσους tedesche.Oggi Γερμανία και πάλι απασχολημένος έθνη μας, απλώς εφαρμόζοντας εξελιγμένες οικονομικές και κοινωνικές πολιτικές της, μέσω της λιτότητας και ισοσκελισμένους προϋπολογισμούς που μας οδηγούν στην κοινωνική ασφυξία.

Αυτό το 28 Οκτώβρη 2014 θα μπορούσε να γίνει, αντί για άλλη μια φορά δεν είναι μόνο μια στιγμή για να θυμηθούμε, αλλά μια ευκαιρία για προβληματισμό και confonto μεταξύ του ελληνικού και ιταλικού λαού για ένα κοινό που επιβάλλονται κατά την νέα εισβολή των λαών της νότιας Ευρώπης, οι οποίες πλέον δεν χρησιμοποιεί στρατιωτικές δυνάμεις, αλλά οι κυβερνήσεις συνεργάτες συστηματικά τρέχει εντολές μιας εξουσίας οικονομικά, ηθικά και ανυπεράσπιστους ανθρώπους να πάρει τόνισε δεν μπορεί πλέον να «περιττό να πω ... ΟΧΙ!

sabato 18 ottobre 2014

Basta con il pianto greco!...gli americani inneggiano per Atene!New York Times: αποθεώνουν την ελληνική πρωτεύουσα

After years of dreadful press that defined Athens as a broken-down capital prone to fiery riots, the city’s self-confidence and creativity are stirring again. Enterprising young fashion and graphic designers are opening shops celebrating the classic lines of ancient Greece and the anarchic wit of modern times. In reviving city squares, there are new restaurants and cafes serving native delicacies like Cretan sausage and sheep’s milk yogurt with preserved quince. The five-year-old Acropolis Museum is consistently rated one of the top museums in the world, and the National Museum of Contemporary Art is set to move into a new building later this year. Even rough times have silver linings.
http://www.nytimes.com/video/travel/100000003173111/36-hours-in-athens.html?smid=pl-share

venerdì 10 ottobre 2014

Samaras incassa la fiducia con 155 voti,mentre Tsipras chiede elezioni anticipate!

Atene: addio a "Loukanikos", cane black-bloc e anti-Troika

Atene: addio a "Loukanikos", cane black-bloc e anti-Troika 

E' morto a dieci anni (nella casa della famiglia che l'aveva adottato) "Salsiccia", il quattrozampe che per anni ha guidato le proteste anti-Troika per le strade di Atene sfidando manganelli, molotov e sanpietrini di marmo. Tra le cause i problemi polmonari legati ai gas lacrimogeni inalati in carriera

giovedì 9 ottobre 2014

Amal Alamuddin Clooney arriva oggi ad Atene...come...



...consulente legale del governo greco per la restituzione dei famosi marmi del Partenone da parte della Gran Bretagna che da quasi 200 anni li conserva nel British Museum di Londra. Secondo il Times, Atene si è rivolta a lei e al suo collega, l'avvocato Geoffrey Robertson, per trovare una soluzione che chiuda la lunga diatriba fra i due Paesi. 
AP – Newly married British lawyer Amal Alamuddin Clooney will advise Greece in its attempt to get the Parthenon Marbles back from the U.K.
The barrister, who married actor George Clooney in Venice last month, will visit Athens next week to give legal advice to the Greek government.
Alamuddin Clooney’s firm, Doughty Street Chambers, said Thursday that she and attorney Geoffrey Robertson would meet Prime Minister Antonis Samaras and other officials.
The fate of the 2,500-year-old marbles, originally part of the Parthenon temple, is a longstanding issue between Britain and Greece.
The friezes were taken by British diplomat Lord Elgin 200 years ago and now are exhibited in the British Museum.
In February, George Clooney touched a nerve in Britain by suggesting the country should consider returning the marbles to Greece.
- See more at: http://greece.greekreporter.com/2014/10/09/amal-alamuddin-clooney-to-advise-greece-on-marbles/#sthash.r15RXaG9.dpuf

martedì 7 ottobre 2014

Landini sbarca in Grecia

LANDINI TSIPRAS IGLESIAS

Assieme a Landini ad Atene: che bello parlare con i greci di Tsipras e gli spagnoli di Podemos


Passo dopo passo arriviamo alla festa dei giovani di Syriza. Il vuoto delle strade del centro lascia il posto al pieno di una festa enorme in un parco. Salgono insieme sul palco Maurizio Landini, Pablo di Podemos e Alexis: le fotoelettriche illuminano un campo da calcio pieno di migliaia persone. Un corteo di 500 lavoratrici licenziate addette alla pulizia stringe bandiere con i guanti da lavoro intonando canti sotto il palco. Gli interventi di Maurizio, Pablo ed Alexis arrivano forti e chiari, toccando la sensibilità di tutti i presenti. Ma la parte più importante è la vista del campo da calcio invaso come quando si vince un campionato, migliaia di persone convinte di poter avere e dare ai propri figli un futuro migliore e credere in una società diversa. Ma vale la pena ricordare che il problema non è 'ganar el govierno', ma redistribuire il potere attraverso la democrazia.
http://www.huffingtonpost.it/michele-de-palma/fiom-landini-podemos-grecia-tsipras_b_5940182.html

Michele de Palma Headshot

lunedì 6 ottobre 2014

Jobs Act...alla greca

The video presents the findings of Endeavor Greece report titled "Creating Jobs for Youth in Greece" regarding the need for job creation for youth and possible ways to tackle high unemployment in Greece through entrepreneurship. For the complete report, visit www.endeavor.org.gr

sabato 4 ottobre 2014

Germania über alles!Crisi: famiglie greche hanno perso 170 mld di euro!..e 2 anni fa' c'erano gia' 439 mila bambini poveri!

ATENE - In Grecia, il 23% dei bambini e' povero rispetto alla media europea (20,5%), e i minorenni che vivono sotto la soglia di poverta' sono 439.000. Le famiglie povere sono il 20,1% rispetto al totale delle famiglie. Il 33,4% delle famiglie povere e' composta da un unico genitore mentre il 28,7% dei nuclei famigliari con bambini e il 34,7% con adolescenti si sono trovate in condizione di poverta' o esclusione sociale. La Grecia, inoltre, ha la piu' alta percentuale di bambini sottopeso dei paesi Ocse. Sono alcuni dati, definiti "molto preoccupanti" dal Comitato Greco dell'Unicef, che ha presentato con l'Universita' di Atene il Rapporto dal titolo "La Condizione dell'Infanzia in Grecia 2012''.


Fonte: http://italian.irib.ir/notizie/economia/item/105235

 

Anche spagnoli hanno perso il 28%, ma tedeschi più ricchi

(ANSAmed) - ATENE, 3 OTT - La devastante crisi economica che da sette anni ha colpito la Grecia ha prodotto nelle famiglie la perdita netta di circa 170 miliardi di euro. Lo riferisce il sito web GreekReporter pubblicando i risultati di un nuovo studio condotto dal Gruppo Julius Baer, una banca privata elvetica. I ricercatori del Julius Baer hanno prima compilato le liste delle attività finanziarie e delle proprietà di tutte le famiglie europee, quindi ne hanno sottratto i debiti arrivando così ad una stima finale delle loro ricchezze.

 http://www.ansamed.info/ansamed/it/notizie/stati/grecia/2014/10/03/grecia-per-la-crisi-le-famiglie-hanno-perso-170-mld-di-euro_d519f8d3-b2b4-4dca-bf7e-b45e2053aace.html



Ricomincia la produzione del Pony, Jeep greca

Η Ελλάδα παράγει ξανά αυτοκίνητα – Το θρυλικό Pony, έτοιμο να βγει στους δρόμους

giovedì 2 ottobre 2014

Governo di Samaras chiedera' voto di fiducia a Parlamento

...i due compari governativi,Samaras,Venizelos

l governo del primo ministro greco Antonis Samaras, la cui coalizione conservatrice puo' contare solo su una maggioranza di quattro seggi in Parlamento, ha annunciato  che si sottoporra' a un voto di fiducia all'apertura della sessione invernale, nella giornata di lunedi' prossimo.
 La coalizione conservatrice(Nea Dimocratia-Pasok) di Antonis Samaras, al potere da giugno 2012, puo' contare su 154 voti favorevoli sui 300 del Parlamento, ma fino ad ora ha sempre ottenuto la maggioranza richiesta.