mercoledì 19 settembre 2012

In ricordo di Costa Georgakis che si uccise bruciandosi a Genova per protesta contro i colonnelli!Κώστας Γεωργάκης: 19 Σεπτέμβρη 1970 – 19 Σεπτέμβρη 2012... Σήμερα, μετά από 42 χρόνια, λίγοι θυμούνται εκείνη την θυσία...



http://sibilla-gr-sibilla.blogspot.gr/2012/09/19-1970-19-2010-40.html
….Η πράξη του Κώστα Γεωργάκη ξεγυμνώνει αυτους τους τρομοκράτες -δολοφόνους ..που αρέσκονται να αυτοαποκαλούνται …επαναστάτες.
Kostantino (Kostas) Georgakis nasce a  Corfù (Grecia) il 23 agosto 1948 e si uccide, bruciandosi, a  Genova il 19 settembre 1970.
Kosta Georgakis frequentava l’università di Genova e nel 1968 si era iscritto all’Ek-Edin (Gioventù democratica greca) organismo dell’Unione di Centro a   cui appartenevano, fra gli altri, Alexandros Panagoulis e Andreas Papandreou. La sua insofferenza per la dittatura dei colonnelli lo portò a rilasciare il 26 luglio 1970 una intervista ad un periodico genovese, sigla a, in cui, in modo anonimo, non solo denunciava i crimini della dittatura, ma rendeva pubblica la notizia che alcune persone, fingendosi studenti, avevano formato una associazione denominata Esesi (Lega Nazionale degli studenti greci in Italia), con sedi nelle principali città universitarie italiane  che lavorava per i servizi segreti greci (Kyp)  schedando e denunciando gli studenti democratici. Inoltre metteva in luce il legame fra i colonnelli ed alcuni militari e politici italiani di estrema destra, documentato fin dal 1969.
La registrazione di questa intervista arrivò al Consolato greco dove Kostas venne riconosciuto e qualche giorno dopo fu aggredito presumibilmente da uno degli appartenenti all’Esesi.

Nessun commento:

Posta un commento